Un popolo di formiche

illustrazioni un popolo di formiche Pietro Galeoto

2005 Almanacco Salentino

IllustrazioniIspirate al saggio di  Tommaso Fiore, Un popolo di formiche a corredo di un reportage corale che raccoglieva interventi di illustri personaggi salentini.

Tre illustrazioni che raccontano di piccoli uomini, un viaggio nella storia dei cafoni pugliesi, anzi, come dirà Levi, un discesa nell’Averno della non-storia. Un romanzo scritto ben 25 anni prima di Cristo si è fermato a Eboli di Carlo Levi. Ma che è pregno di tutta quella miseria umana che caratterizza la vita rurale del Sud.

La tecnica usata sono i pastelli su carta.

pietro galeoto pomodori - un popolo di formiche
raccolta pomodori
mietitura - un popolo di formiche
mietitura
raccolta olive - un popolo di formiche
raccolta olive

 

L’Almanacco Salentino 2005, Edizioni Guitar 

Un popolo di formiche di Tommaso Fiore

approfondimenti 

La Web TV Quanta Club

Intervista a Pietro Galeoto tratta da “Quanta Club Magazine house organ del Quanta Club  dicembre 2015


È nato un nuovo canale su YouTube dedicato al Tennis Club di via Assietta

Pietro Galeoto da quattro anni è il responsabile della comunicazione del Gruppo Quanta e quindi anche di tutto ciò che il Quanta Club deve comunicare. Da dicembre è nato un nuovo canale su YouTube dedicato al Tennis Club di via Assietta. Ne abbiamo parlato con lui per capire come questo strumento sarà utile per raccontare le varie iniziative che il Club organizza.

web tv Quanta Club pietro galeoto intervista
COMMUNICATION MANAGER Pietro Galeoto ha lavorato per TV e testate nazionali, insegnato comunicazione alla Lumsa di Roma, da 5 anni è in Quanta.

Quanta Club sempre più social. È nato un canale su Youtube, da cosa scaturisce questa necessità?


“Non è proprio una necessità, direi che è più uno strumento utile che ci aiuterà a gestire e organizzare i nostri contenuti video”.

I video appaiono sempre più spesso nella comunicazione del Quanta Club, come mai?


“Il video è uno strumento sempre più diffuso sul web, ci adeguiamo quindi a quelle che sono le tendenze e la direzione che la comunicazione sta prendendo. Oggi gli utenti consultano quasi sempre siti e social da supporti mobili, che hanno appunto la caratteristica di essere trasportabili, di muoversi con chi li consulta. Spesso i vari contenuti si visualizzano durante i tragitti che ci conducono a lavoro o nei momenti di relax, ad esempio nelle pause caffè al bar, gesti che entrano nella nostra quotidianità. Avete mai provato a leggere un testo lungo su uno smartphone? Bene, con un video si possono dire in due minuti molte più cose e con l’ausilio della grafica si dà più forza ai contenuti. Il video oggi è sicuramente lo strumento più efficace e adeguato alle abitudini degli utenti.

Quanto è iniziato il progetto web tv Quanta Club?

Abbiamo iniziato questa estate filmando le attività dei bambini che frequentavano i nostri Camp e che raccontavano le loro attività esibendosi divertiti davanti alla telecamera. Tutti i venerdì pomeriggio durante una festa, mostravamo questi riassunti ai loro genitori, un successo che poi ci ha portato a realizzare un DVD con il racconto di tutta l’estate. Poi è stata la volta dei grandi eventi legati al fitness e in parti- colare allo Zumba, le piccole clip che postavamo su Facebook avevano dei picchi di visualizzazioni, incredibili. Da qui nasce l’esigenza di organizzare tutti i video su un canale YouTube, che ci consenta di gestirli poi al meglio su tutti gli altri social”.

Quindi parliamo di video professionali non semplici registrazioni, come quelle che può fare chiunque…


“Sui social si racconta la realtà, contenuti troppo elaborati possono distrarre l’attenzione diventando promozione e non più storytelling. Ci sforziamo comunque di creare prodotti sempre più professionali. Dopotutto il mio know-how proviene anche dalla tv, prima di impegnarmi in Quanta lavoravo per la redazione di una trasmissione Mediaset. E molto prima facevo delle sperimentazioni con video sul web, ancora prima che nascesse YouTube. L’obiettivo è comunque quello di investire in strumenti per la post produzione e formazione per lo staff dell’ufficio comunicazione, per essere sempre più autonomi nel creare prodotti di qualità, senza però rinunciare ogni tanto a puntare la telecamera del cellulare sulle attività in corso per catturare un momento di quotidiana realtà”.

Su YouTube è possibile anche gestire dirette streaming. Avete già fatto qualcosa?


“Certo. Abbiamo fatto di necessità virtù. La Rai che un tempo dedicava alcune dirette all’hockey in line, oggi sta ‘riducendo all’osso’ i suoi palinsesti sportivi, ci auguriamo che almeno nelle fasi finali ci diano il giusto spazio. Noi comunque non ci siamo persi d’animo e abbiamo organizzato delle dirette streaming sin da subito, in modo sperimentale, e oggi con il canale dedicato abbiamo messo a sistema un progetto che ci consente di gestire tutte le partite che l’HC Milano Quanta gioca in casa, anche se vederle dal vivo è molto più entusiasmante”.

È un sistema che utilizziamo anche per gli eventi che il Gruppo Quanta organizza qui nelle nostre sale convention. E non solo, presto diventerà un servizio che offriremo a tutte quelle aziende che organizzano qui eventi promozionali o istituzionali. I video sono poi archiviati sul nostro canale e possono essere integrati e condivisi sui media dell’azienda ospite”.

Finisce l’anno si fanno i consueti bilanci ma anche progetti, dopo il canale YouTube cosa bolle in pentola?


“Noi non ci fermiamo mai, fare impresa vuol dire crescere e la comunicazione è chiaramente uno degli strumenti che può aiutare questa crescita. Un paio di anni fa lanciammo il ‘Tg lavoro’ e oggi sono online centinaia di video annunci con offerte legate ai territori e ai settori nei quali operiamo che par- lano quindi di noi e delle nostre divisioni Moda, Energie, ICT…

Oggi stiamo lavorando per dei nuovi siti web per il Gruppo, molto più essenziali che con l’utilizzo di video racconteranno il Gruppo e spiegheranno i nostri servizi. Ma il progetto più divertente e innovativo è proprio legato al Quanta Club”.

Cioè?

“È un esperimento, ancora in fase di ‘concepimento’: vorrei realizzare una miniserie che ha come location il Quanta Club. Una sorta di sitcom da raccontare in pillole, sui nostri social. Un progetto che mi diverte chiamare ‘sitcomtelling’, costruendo storie divertenti intorno allo sport, alla vita dei nostri ragazzi, dei nostri soci… usando l’ironia e magari prendendoci un po’ in giro. Per ora sono solo idee che rimbalzano nella mente tra un’impellenza e un’altra e che appena potrò metterò su carta per costruire una sceneggiatura. I social funzionano sempre più quando vengono utilizzati in modo innovativo e sperimentale e le idee non ci mancano”.

L’appuntamento è quindi su YouTube, il canale si chiama Web Tv Quanta Club  e non è detto che non vediate voi stessi o qualcuno che conoscete impegnato in un divertente sketch.

Docenze Pietro Galeoto

docenze Pietro Galeoto
• Giugno 2006

Lumsa Università – Facoltà di Giurisprudenza di Roma, Master universitario di 2° livello in management pubblico e comunicazione di Pubblica Utilità.

• Marzo 2005

Istituto Euram delle Regioni Alpine e Mediterranee Europee, Trento. Progetto 2004_C429.71. Coordinatore di Eventi. Modulo: Pianificazione di un Evento.

• Gennaio/Maggio 2004

IPSSCT, Copertino (LE). Comunicazione pubblicitaria.

• Marzo 2003

Regione Puglia “Web Master”, corso di formazione professionale, Lecce. Modulo: Progettazione.

 

QuantaCityfood – Quanta4Expo

28 gennaio 2015: al via il progetto Quanta4Expo con il vernissage della mostra  QuantaCityFood

Dall’ottobre 2014 a Novembre 2015 ho ricoperto il ruolo di Project leader di Quanta4Expo, progetto del Gruppo Quanta in occasione di EXPO. Con Quantacityfood si da il via al progetto.

L’evento di presentazione del progetto si è svolto nella prestigiosa cornice della Società Umanitaria nel centro di Milano.

Queste le dinamiche

Una presentazione informale nella quale ho introdotto e moderato i vari interventi della serata. Hanno parlato Vincenzo De Vera in rappresentanza delle Associazioni partner del progetto e l’allora Presidente di Quanta, Maurizio Castro, che ha chiuso il dibattito.

Gli ospiti hanno poi potuto visitare la mostra, ossia le 12 tavole del Calendario del Gruppo Quanta. Opere realizzate da Efrem Barrotta ed esposte nel chiostro della struttura. È stato possibile  assaporare i patti ispirati al progetto #quantacityfood. Il Buffet della serata era infatti ispirato alle eccellenze italiane ispirate alle città nelle quali Quanta è presente sul territorio.

nella foto il presidente di Quanta Maurizio Castro , Efrem Barrotta e io dietro.
Maurizio Castro, io e Efrem Barrotta.
galeoto_quanta4expo
Maurizio Castro Ex Presidente di Quanta conclude il dibattito.
quantacityfood festa
la parola a Vincenzo de Vera
quantacityfood efrem barrotta le opere
l’artista con 2 delle sue opere
le 12 tavole
un’immagine tratta dal portale Milano today. Molti media hanno dato visibilità all’evento.

 

Tanti gli appuntamenti in calendario tutti di respiro internazionale.

 

Italbalcanica

Italbalcanica il made in Italy raccontato all’EST

Italbalcanica è un distributore per i prodotti Mass Market, specializzato nel lancio e distribuzione di prodotti italiani sui mercati dei Balcani.

Per loro ho curato due prodotti, ideando nomelogo e progettando poi il packaging: succhi Buono nella versione pesca e uva e il latte Bontalat. Parole e atmosfere che raccontano l’Italia e la sua genuinità. Il il logo “buono” i colori della nostra bandiera e per Bontalat una tipica bellezza meridionale.

Nell’immagine in basso è possibile vedere i prodotti in questione:

Italbalcanica. succhi di frutta in lattina BUONO e latte BONTALAT
succhi di frutta in lattina BUONO e latte BONTALAT 

Market leader in:

Albania, Kosovo, Macedonia, Montenegro, Grecia

Distribuiscono inoltre in:

Serbia, Bosnia, Turchia

vai al sito

Från himmelens topp till havets botten

libro_galeoto_svezia

Från himmelens topp till havets botten diventa uno spettacolo teatrale

Era il 2005: i miei disegni piacquero molto a Martin Widmark, uno dei più noti scrittori svedesi per ragazzi. Celebre tra l’altro per Detective Agency che è anche diventata una serie televisiva molto amata.

Si cimentava per la prima volta in una fiaba, che io ho avuto l’onore di illustrare. La storia di un pescatore e dei suoi due amici Brisbane e Surf. Intitolato “Från himmelens topp till havets botten” (Dall’alto del cielo al fondo del mare). Il libro ha ricevuto molti riconoscimenti, nel Natale del 2006 è stato uno dei libri più venduti in Svezia.

“…Il libro è affidato alla fantasia dell’illustratore italiano Pietro Galeoto, nei suoi colori l’eredità dei grandi maestri italiani come Michelangelo”. Così recitava una recensione su una rivista di letteratura svedese.

libro_illustrato_pietro_galeotolibro_illustrato_pietro_galeoto1

Il questa foto sono con Martin Widmark e mia sorella Milena Galeoto che ha curato il progetto portando il libro anche in Italia (lDall'alto del Cielo al fondo del Mare) e in altri Paesi.
Il questa foto sono con Martin Widmark e mia sorella Milena che ha curato il progetto portando il libro in Italia e in altri Paesi.

La storia è poi diventata uno spettacolo teatrale i cui personaggi animati sono stati creati sulla base dalle mie illustrazioni.

 

 

Från himmelens topp till havets botten
Una scena dello spettacolo Från himmelens topp till havets botten

 

La perfida strega Tramontana
La perfida strega Tramontana

 

Verso nuovi mercati in vista di EXPO

Quanta 4 Expo

Organizzatore e relatore del convegno “Verso nuovi mercati in vista di EXPO”.

L’evento che presentava il progetto Quanta4Expo, era  rivolto ad aziende che intendevano sviluppare il proprio business all’estero, cogliendo le occasioni che Expo metteva loro a disposizione.

Si è svolto il 26 novembre 2014 presso il Quanta Club  – Milano Via Assietta 19 in collaborazione con Derlmoformhanno aderito oltre 70 aziende. 

quanta4expo_galeoto
Foto della sala con i relatori e il programma, io sono l’ultimo a destra

Programma

09:30
Welcome Coffee

10:10
Moderatore

Francesca Ragusa
Responsabile Sviluppo DelMOform

10:15
Introduzione e intervento

“Il Partner ideale per lo sviluppo Internazionale”

Massimo Quizielvù
Country Manager Quanta Italia

10:40
Permanent: alla ricerca del Manager per lo sviluppo internazionale

Alessandro Pontiggia
Sales Account Divisione Permanent

11:00
Servizi su misura

Federico Vendrame
Area Manager Area Nord
Silvia Nasi e Michele Toniolo
Quanta Italia

11:50
Consulenza legale in ambito internazionale

Avv. Diego D’Ermoggine

12:20
Formazione: dall’inglese al russo passando per la Cina

Cinzia di Biase
British Institutes

12:40
Conclusioni di Pietro Galeoto
Project leader Quanta4EXPO

13:00
Networking Lunch

EXPO TUTTO L’ANNO E OLTRE

Tanti gli eventi di confronto con altri Paesi, che si sono susseguiti durante l’anno tra questi un incontro aperto agli imprenditori italiane che si sono confrontati con imprenditori del Kazakhistan.

e inoltre…

Quanat 4 Expo
Serata di Gala aperitivo a bordo piscina con piatti internazionali.
Perù al Quanta Club
Pietro Galeoto ha organizzato in occasione della rassegna Quanta 4Expo vari eventi di respiro internazionale. Nella foto i consoli e i rappresentanti a Milano dei Paesi Sud Americani

Regione Puglia

regione puglia galeoto

Regione Puglia:

Per la Regione Puglia nel 2005  in occasione di una Fiera internazionale in Svizzera, nel Cantone Tedesco curai il depliant in due lingue e gli allestimenti dello stand

Nel 2006  fu la volta di Metrosalento progetto per i trasporti regionali, nuova immagine: logo e allestimento sala conferenza stampa

Agenzia committente GuiTar

regione_puglia_galeoto