Linkedin: +50.000 follower senza spendere 1€

Vi racconto la storia degli oltre 50.000 follower di Linkedin sulla company page di Quanta

LinkedIn Story

Era il novembre del 2011 quando presi in mano la company page di LinkedIn che contava meno di 1.000 follower. Era la primavera del 2012 quando un paio di account di LinkedIn vennero a trovarci in azienda. Ero con la responsabile dell’ufficio acquisti e un collega che in quel periodo si occupava di valutare gli strumenti per il recruiting. Ricordo che gli “uomini di LinkedIn” non avevano ancora una sede a Milano. Ci parlarono dei loro prodotti e analizzarono la nostra company page. Restai colpito dalla loro espressione di stupore nel notare che in pochi mesi i follower erano quadruplicati.

Da allora la pagina non ha mai smesso di crescere, da qualche giorno abbiamo con piacere superato i 50.000 follower. Oltre 50.000 utenti di valore in linea con le nostre specializzazioni.

Riflessioni

È un buon risultato? Facciamo una piccola analisi della concorrenza su due diversi competitor, attraverso dati oggettivi.

Giudicate voi:

1° Esempio > Competitor che ha lo stesso numero di dipendenti di Quanta e che è sul mercato dallo stesso periodo: il rapporto è 50.000 vs 5.000.

2° Esempio > Gruppo che spende almeno 100 volte il nostro budget in comunicazione (facendo anche campagne sui social, oltre che in TV) e che è circa 20 volte più grande di Quanta: il rapporto è 50.000 vs 200.000.

Non male, direi.

Non solo numeri

Andiamo ora ad analizzare qualche dato qualitativo, e non solo quantitativo. Il nostro piano editoriale è abbastanza semplice. Parliamo dei nostri progetti, servizi, eventi (pochi quest’anno), ma principalmente postiamo offerte di lavoro. Le conversioni che ci occorre ottenere sono ovviamente candidature di qualità, quindi click sui post che vanno ad interagire con un’apposita area sul web che si interfaccia con i nostri sistemi. Un’area un po’ avulsa alle regole della SEO e quindi difficilmente accessibile in altro modo se non con un link. Ovviamente non posso divulgare dati statistici, ma vi assicuro che non possiamo lamentarci. 😉

Crescita Organica

Una crescita organica, frutto di un’attenta analisi, di contenuti di qualità: foto, link e soprattutto video. Facendo attenzione ad utilizzare nei testi parole chiave, proprio come se stessimo scrivendo un articolo per il nostro sito web. Lavoro che stiamo man mano affinando. Badate, Quanta non ha uno staff dedicato ai social, tutto il lavoro di content e analisi è affidato a me e soprattutto a Marco. Marco è un prezioso collaboratore che si occupa di seguire il piano editoriale producendo tutto il materiale da postare, in costante contatto con la rete. Sia io che Marco ci occupiamo di tutta la comunicazione del Gruppo che riguarda l’area lavoro e formazione, di cui i social sono una parte.

I target

Ora, questo non lo dico per lodarmi da soli, ma per sottolineare che la gestione dei social di un’azienda è una questione molto delicata. Mi spiego meglio: la gestione dei social è il modo con il quale l’azienda parla e interagisce con i propri clienti. E nel nostro caso abbiamo 2 tipologie di interlocutori: i candidati e gli HR manager. HR delle aziende clienti, che sicuramente andranno a “scontrarsi” con le nostre attività su Linkedin, prima di contattarci. Teniamo inoltre conto che sono tanti i pregiudizi sulle Agenzie per il Lavoro e non sono pochi gli attacchi che spesso subiamo sulla pagina. Attacchi ai quali bisogna rispondere tempestivamente e nel modo più appropriato, citando dati e risultati. Io ad esempio vivo sui social, controllo costantemente le notifiche e cerco di “battere il ferro fin che è caldo” cercando di interagire subito.

Aziende fatte di persone reali

Fondamentale è firmare le risposte (in modo da interagire tra persone), coinvolgendo quindi gli utenti con risposte opportune e contestuali. Per questo è difficile esternalizzare questo servizio. Se si deve dare voce all’azienda è necessario esserne parte e soprattutto non è un lavoro da poter svolgere dalle 9 alle 18, dal lunedì al venerdì, almeno se si vogliono ottenere i nostri risultati.

Condivisione

Una gran mano allo sviluppo della pagina la danno i colleghi, ognuno coerentemente con la propria area di sviluppo, condividono i post, facendo arrivare così i contenuti al proprio network. Stiamo sempre più lavorando per un sempre maggiore coinvolgimento di tutti i colleghi, perché siano brand ambassador di Quanta.

Che valore ha?

Certo, ci sono anche delle campagne a pagamento per acquistare follower: i prezzi vanno dai 2.5 ai 4 euro per nuovo utente. Insomma con circa 200.000 euro si possono ottenere gli stessi risultati. Bisogna poi però capire se un follower acquistato ha la stessa interazione con i contenuti della pagina di un follower che ha scelto spontaneamente di seguire una company page. Questo comunque non è un problema di Quanta, sarà molto probabilmente un problema che riguarda l’agenzia del secondo esempio 😉